diario alimentare · ricette

Plumcake salato allo yogurt greco (Domenica 8 Ottobre 2017)

Colazione: caffè, pain au chocolat

Pranzo: tortelloni burro e pomodoro con parmigiano reggiano, cassatina siciliana

Cena: plumcake salato con formaggio e biete, spinaci al parmigiano, qualche nocciolina e patatine, un bicchiere di birra tedesca

Plumcake salato 

200 g farina

3 uova

un vasetto di yogurt greco

30 g di olio evo

Un goccio di latte

1 bustina di lievito istantaneo

Sale e pepe q.b.

Parmigiano grattugiato q.b.

Contenuto a scelta (salumi, formaggi, verdure)

Sbattere le uova a lungo. Aggiungere farina, olio, lievito, sale e pepe, parmigiano. Aggiungere lo yogurt dopo averlo mescolato nel vasetto. Se necessario aggiungere un goccio di latte. Aggiungere dunque il contenuto preferito. 

Imburrare una teglia da plumcake spolverandola con pangrattato. Infornare in forno già caldo a 200° per circa mezz’ora, eventualmente utilizzando la funzione grill per qualche minuto al termine di cottura.

Advertisements
diario alimentare

Mercoledì 4 Ottobre 2017

Colazione: orzolatte, pane al farro con marmellata di fichi

Spuntino: yogurt bianco magro, tre prugne secche, tisana ayurvedica

Pranzo: penne al pesto con grana, bietolina fresca, kaki

2017-10-04 14.39.34

Merenda: due biscotti con gocce di cioccolato

Cena: zuppa di lenticchie, pane, un  pezzetto di formaggio stagionato, una pera

diario alimentare

Martedì 3 Ottobre 2017

Colazione: orzolatte, due fette di pane al farro con marmellata di frutti di bosco

Spuntino: una fetta di pane al farro con miele, caffè americano amaro con cannella

Pranzo: bietolina fresca con barbabietola, tonno al naturale, mais, olio, sale e pepe; due fettine di pane al farro; kaki

Spuntino: caffè americano amaro

Aperitivo: birra media, mezzo trancio di pizza margherita

Cena: bocconcini di pollo con zucchine spadellate con curry e salsa di soia, una fetta di pane al farro, pera

diario alimentare

Lunedì 2 Ottobre 2017

Colazione: yogurt bianco magro, muesli alla frutta, orzolatte, caffè amaro, qualche biscotto

Spuntino: pacchetto di crackers

Pranzo: crostini di pane integrale in vellutata di zucca aromatizzata con cannella e noce moscata, aglio, olio evo e parmigiano reggiano

2017-10-02 14.06.18

Spuntino: –

Cena: ricotta di pecora fresca, fagiolini freschi, pane al farro

Post-cena: creme caramel artigianale

about me

Cambiamenti

Ho un gran mal di testa ma perlomeno sono finalmente a casa mia, al calduccio, sul divano con la tv accesa a farmi compagnia. Ascolto il telegiornale, non è che ci siano notizie così confortanti ma per assurdo mi rilasso, mentre sale su nell’aria il profumo del minestrone sul fuoco. Non ho pranzato, ho smangiucchiato il babà che ho portato ai miei colleghi, e chissà se sia stata la fame o il rhum a farmi venire il mal di testa già dalle tre del pomeriggio. Era buono però, altrochè!

Sono cambiate così tante cose nell’arco di pochi mesi che veramente non saprei da dove iniziare. Alla fine sono rimasta in Italia, mi sono spostata più al nord, sono andata a vivere col mio ragazzo (che però di tanto in tanto è giù a casa sua) e ho iniziato a lavorare. Non sono passati molti mesi, ma al contempo mi sembra un attimo e un secolo da quando tutto è cambiato. Si va avanti in modo frenetico, ogni giorno c’è sempre qualcosa che va storto, si sbaglia ma si impara anche tanto. Le giornate passano in fretta dentro le mura dell’ospedale, senza che si riesca a fare molto altro, a dire il vero; niente più palestra già da alcuni mesi, alimentazione che va un po’ per aria, tanto movimento avanti e indietro su e giù per l’edificio. Quelle volte che riesco a fermarmi cerco un cioccolatino, lo mangio, poi penso che dovrei fare più attenzione, poi però penso anche che prima non lavoravo, che ora sono sempre fuori casa, sono stanca, sono stressata e allora forse un po’ di cioccolata non potrà farmi così tanto male. Però lo so che dovrei darmi una regolata.

E allora è cominciato il 2017 e al solito io ne ho tanti di buoni propositi. Mi devo iscrivere in palestra. Devo tornare a fare la ricca colazione di una volta. Devo mangiare di nuovo tanta frutta che mi fa bene e mi riempie e mi soddisfa la voglia di dolce (a volte). Devo smetterla di giustificare la gola con lo stress, lo stress non porta mai a nulla di buono. Però devo anche imparare a concedermi qualcosa, quando veramente ne ho bisogno, perché altrimenti veramente non so come uscirne da queste giornate brevissime e infinite…

diario alimentare

Venerdì 30 Dicembre 2016

Colazione: orzolatte, una fetta di pandoro

Spuntino: caffè macchiato senza zucchero

Pranzo: rigatoni con ragù di carne e piselli, spiedino di carne, carotine al vapore

Merenda: tè verde alla vaniglia, mela, arancia

Cena cinese: 1+1/2 involtino primavera, 2 ravioli al vapore con carne, 2 wanton fritti, pollo in salsa agrodolce, alcune nuvole di drago (5-6), salsa agrodolce

diario alimentare

Week-end di metà Settembre

Un week-end alquanto concitato, scrivere sul blog mi è un po’ passato di mente. Sono uscita spesso, un po’ per impegni e un po’ per diletto, e ho anche avuto il tempo di preparare le valigie per la partenza di domani – devo ancora chiuderle, in realtà, ma non posso lamentarmi.

Oggi non sono molto in vena di chiacchiere, quindi vi lascio con i miei pasti – con il ritorno anche di una foto. 🙂

Sabato

Colazione: orzo, yogurt greco con mela e muesli alla frutta, biscotti

Spuntino: /

Pranzo: pasta con zucchine, scaloppine di tacchino con grattata di tartufo, zucchine arrostite, percoca

Merenda: ?

Cena: panino con hamburger marchigiano, provola e melanzane grigliate, qualche patata fritta, birra 0,4 rossa

2016-09-10 22.00.38.jpg

Dopocena: gelato (coppetta piccola a metà)


Domenica

Colazione: orzo e 6 biscotti

Spuntino: caffè amaro, mezza sfogliata frolla e mezza zeppola

Pranzo: penne all’arrabbiata, mozzarella, provola, peperoni all’insalata, percoca, 1 sfogliatella riccia mignon

Merenda: caffè amaro

Cena: due fette di pane con prosciutto crudo, una fettina di pizza con ricotta e spinaci

Dopocena: 0.5 lt birra rossa, qualche nocciolina e patatina


Lunedì

Colazione: orzo, yogurt greco con mela e muesli alla frutta, biscotti

Spuntino: un grappoletto d’uva bianca

Pranzo: minestra di farro e legumi misti, pomodorini, percoca

Merenda: una banana, un babà mignon

Cena: due filetti di pesce lesso, insalata verde, pane, grappolo d’uva bianca

 

diario alimentare

Venerdì 9 Settembre

Il biglietto per la nuova partenza è stato finalmente acquistato; martedì alle 18 sarò di nuovo sul treno. Ho talmente tante cose da fare, sia qui ora che là dopo, che veramente mi sento senza forze e senza voglia di far nulla. Il caffè non basta più per tenermi gli occhi aperti…

Ieri giornata di terribili dolori dopo l’allenamento in palestra (ho dormito malissimo, infatti), ma anche giornata di parrucchiere. Non ho cambiato moltissimo, giusto aggiustato il taglio e illuminato un po’ la chioma. La sera, una bella pizza con alcuni colleghi laureatisi con me a Marzo. Ci voleva, era veramente ottima!

Colazione: orzo, yogurt greco, mela, 2 CC muesli alla frutta, 4 biscotti secchi

Spuntino: qualche chicco d’uva e un pezzetto di pane alle noci poco prima di pranzo

Pranzo: spaghetti alla chitarra con pomodorini e polpo, percoca

Merenda: un bicchiere di succo d’arancia (terribilmente zuccherato, orribile), 2 biscotti secchi

Cena: pizza (metà margherita, metà calzone con ricotta e fiori di zucca), birra ambrata

 

 

 

diario alimentare

Giovedì 8 Settembre

Stamattina ho battuto la pigrizia e sono tornata nella mia solita palestra. Chiaramente non ho fatto alcun tipo di abbonamento, ma ho spiegato la situazione al mio istruttore e quindi, quando sarò da queste parti, potrò andare a fare qualche ingresso singolo.

Erano due mesi che non facevo alcun tipo di esercizio, ma è stata meno dura di quanto pensassi. Chissà, però, come mi sveglierò domattina… In ogni caso, mi ha tenuto più di un’ora e mezza, per fare esercizi prevalentemente a corpo libero o con basso carico, giusto per tornare ad ingranare le articolazioni.

Per l’alimentazione non è andata male, a parte uno spuntino prima di cena a sopperire l’assenza della merenda – devo assolutamente riprendere a fare i miei cinque pasti con costanza, perché è l’unica soluzione per non arrivare a pranzo e cena affamati.

 

Colazione: orzo, yogurt greco con 2 CC di muesli alla frutta e una mela, 2 fettine di pane con marmellata di more fatta da me

Spuntino: /

Pranzo: pasta con zucca, mezza orata al forno, zucchine grigliate, una fettina di pane, percoca

Merenda: /, giusto un tarallo con mandorla prima di cena

Cena: trancio di salmone al forno, insalata, una fettina di pane, percoca in due dita di vino bianco – Fiano di Centola (SA), eccezionale.